Like Tree4Likes

Info per extreme cooling

Pagina 2 di 2
prima
1 2
Visualizzazione dei risultati da 11 a 14 su 14
  1. #11
    mebibyte
    Registrato
    Sep 2013
    Età
    56
    Messaggi
    518

    Predefinito

    Originariamente inviato da giorgioprimo
    purtroppo non ci sono alternative.
    IL contenitore di rame (comunemente chiamato tolotto) fa da scambiatore per abbassare la temperatura della cpu (cercando di stare il più vicino possibile al cold-bug limite sotto il quale la cpu smette di funzionare) e permetterle di operare con voltaggi più elevati per farla salire a frequenze fuori standard.

    Mentre la cpu lavora, produce calore e quindi l'azoto liquido raffredda ed evapora.

    Una foto per rendere l'idea....

    grazie alla foto ho capito cosa fate. forse...
    praticamente in questo caso il pc non lo utilizzate normalmente ma solo per un breve lasso di tempo necessario a fare un qualcosa.
    praticamente se parlassimo di motori voi fate una corsa d'accelerazione, io una 24h...
    quindi, il sistema che ho in mente io non è abbastanza performante e molto costoso.
    ciao da marco

  2. #12
    mebibyte
    Registrato
    Sep 2013
    Età
    56
    Messaggi
    518

    Predefinito

    Originariamente inviato da Totocellux
    l'idea del ricircolo dell'azoto che va pian piano vaporizzandosi in uscita dal tolotto (ma che si trova a
    temperature ancora <0) non è, ovviamente, per nulla male. E' l'implementazione di un sistema in tal
    senso efficiente ad essere purtroppo, allo stato, difficilmente proponibile.

    Non si parla solo dei costi spropositati dei materiali da utilizzare e della loro lavorazione (ovviamente
    in relazione al beneficio fruito), ma anche e soprattutto del dimensionamento e del peso dell'ipotetica
    struttura che dovrà, per forza di cose, almeno in parte gravitare al di sopra della mobo, rendendo le
    operazioni di oc assai ancora più complicate.

    esatto, ma con un distinguo...
    non userei l'azoto ma della c02 ,( e non sarebbe l'agente di scambio principale che resterebbe il glicolato o il polidimetilsilossano ), quindi con costi effettivamente assurdi in relazione al risultato, anche se avere un -50° costante, tutto il giorno e non solo sul processore a qualcuno potrebbe interessare!!
    ora fanno dei compressori nativi per inverter a co2
    per lo scambio primario userei un qualunque evaporatore di un sistema ad acqua purché tutto in acciaio, (anche la pompa e tubazioni
    ).
    come condensatore una piastra autetica, faccio li lo scambio glicole/co2 .
    ma ho gia speso piu di 5.000€...assurdo...
    ciao da marco

  3. #13
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Calcara, Valsamoggia (Bologna)
    Età
    36
    Messaggi
    21,120
    configurazione

    Predefinito

    Districold la conosco (ci lavoravo davanti) ma non mi pare abbia l'azoto ne il dryice. Sicuramente ha invece tutti i materiali per la coibentazione.
    A Zola c'è (o c'era, ora non lo so più) la SOL da cui prendevo il dryice. Hanno anche l'azoto ma non mi sono mai informato perchè non avevo il dewar.

    Inoltre non tutte queste aziende vendono a privati e qualcuna ha anche (comprensibilmente) delle remore a dare l'azoto liquido al primo che passa...


    "La complessità è necessaria in un mondo sempre più articolato e interconnesso. Per questo nei servizi non bisogna offrire semplicità ma comprensibilità: oggetti, cioè, con molte funzioni ma intellegibili già dopo la prima lettura delle istruzioni."
    Donald A.Norman

  4. #14
    pebibyte L'avatar di Matty90
    Registrato
    May 2006
    Località
    Zola Predosa (BO)
    Età
    26
    Messaggi
    5,511
    configurazione

    Predefinito

    Marco, esatto hai fatto i paragoni giusti. A noi interessa effettuare dei test o dei bench per qualche ora, quindi non abbiamo necessità di cose troppo elaborate.

    Per lo scambiatore o il sistema che hai in mente, tempo fa cè chi produceva i phase-change, che indicativamente erano qualcosa di simile a quello che hai in mente tu.

    @Frakka: fanno piu che bene onestamente. Mi sono gia informato per un paio di corsi/attestati per la manipolazione di azoto, elio e altre sostanze criogeniche in modo da sapere almeno un minimo le basi per l'utilizzo di questi liquidi/gas anche se dovrei averli gia ben chiari. Per il dryice invece la cosa è molto diversa, in quanto si vende anche per semplice conservazione e/o effetti vari: dal fumo nei teatri all'effetto fumo/refrigerante per le bottiglie in discoteca!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    WS HOME: i7 7700k @ 5.2Ghz - Asus Maximus IX Apex - Asus Strix 980Ti - 16Gb Gskill TridentZ F4-3866C18 - Antec HCP 1000W Platinum - 3 x WD 500Gb (Dati) - Samsung Evo 840 (SO) - Win10 Pro x64
    PC WORK: i7 3770 - Asus H81M-K - 16Gb Gskill RipjawsX - 2*128Gb Samsung Evo 840 - WD 500Gb - 2x Nvidia NVS 310 - Win 8.1 Pro x64 - 4x Philips 274E
    PC HOME: Microsoft Surface Pro3

Pagina 2 di 2
prima
1 2

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com
Testata Giornalistica iscritta al numero 2/2010 del Registro Stampe del Tribunale di Avezzano.
Direttore Responsabile, Giampietro Nonni
©2002-2017 - CREOInteractive s.a.s. - P.IVA 01576070666 - All rights reserved

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1