Endgame Gear XM1r 1


Se avete deciso anche voi di acquistare il vostro primo mouse gaming ultraleggero e siete soliti documentarvi bene prima di mettere mano al portafogli, allora, probabilmente, vi sarete imbattuti, tra le varie recensioni, nel nome "Endgame Gear", una piccola azienda tedesca con pochissimi prodotti a catalogo tutt'altro che scontati; come si suol dire, "pochi ma buoni".

Nonostante la sua storia sia decisamente recente, Endgame Gear è un brand già ben noto tra gli appassionati, e questo perché, al pari di altre realtà come ad esempio Glorious PC Gaming Race o Xtrfy, ha saputo cavalcare intelligentemente l'onda dei mouse ultralight weight irrompendo sulla scena con idee chiare e ben precise proprio nel momento più "propizio".

L'originale XM1, il primo ed unico si potrebbe dire mouse targato Endgame Gear, nasce infatti nel 2019, a pochi mesi di distanza dal rilascio del Model O di Glorious, ed è uno di quei pochi modelli, assieme a quest'ultimo, che può vantarsi di aver aggiunto qualche cosa a questo mercato e non averlo semplicemente seguito.

Pur rimanendo immutato in quanto a forma e dimensioni, dal 2019 ad oggi il modello XM1 ha subito diversi refresh da parte del team con sede a Berlino e, oggi, abbiamo il piacere di portarvi la recensione della sua ultima iterazione, ovvero il performante XM1r che ha visto la luce quest'anno.

Il modello XM1r è un mouse simmetrico con una forma ben studiata, che strizza l'occhio in particolare ai giocatori Claw Grip, un peso di circa 70 grammi ed una qualità costruttiva da primo della classe.

Il sensore ottico che porta con sé è il PAW3370 da 19.000 DPI, uno degli attuali top gamma di casa PixArt, ma anche gli switch dei due pulsanti principali non sono da meno, infatti questo è l'unico mouse su piazza ad essere dotato di Kailh GM 8.0 personalizzati, garantiti per ben 80 milioni di pressioni e caratterizzati da una forza di attuazione di 55-60gf.

Con quest'ultima versione, Endgame Gear è andata inoltre a perfezionare ulteriormente quello che era già considerato da molti il miglior cavo paracord di serie ed ha messo a disposizione due set differenti di mouse feet in PTFE.

Il modello esatto giunto qui in redazione prende il nome di Dark Frost, ma vi segnaliamo che è disponibile anche in altre tre finiture, ovvero Dark Reflex, Black e White.

Di seguito vi lasciamo un breve recap di tutte le varie edizioni che si sono susseguite dal 2019 ad oggi:

  • la primissima versione è stata rilasciata nel 2019 e al momento non è più in commercio;
  • ad inizio 2020 Endgame Gear rende disponibile il primo aggiornamento che portava come novità principale un nuovo cavo, il paracord Fex Cord;
  • a qualche mese di distanza dal primo refresh è la volta del modello XM1 RGB, un'edizione che integra un sistema di illuminazione al costo di circa una decina di grammi in più ed equipaggiata con dei nuovi switch, i Kailh GM 4.0;
  • nel 2021 esce invece il modello XM1r, oggetto della nostra prova.

Prima di proseguire con la recensione vi lasciamo, come di consueto, alla tabella riassuntiva delle principali caratteristiche del prodotto.


Modello
Endgame Gear XM1r
Design
Simmetrico per destrorsi
Sensore
Ottico PixArt PAW3370
Risoluzione
Regolabile da 19.000 DPI
Pulsanti
6
Velocità di tracciamento
Sino a 400 IPS
Accelerazione
Sino a 50 G
Rotellina
Scroll e click
Switch principali
Kailh GM 8.0 selezionati (80M)
Mousefeet
100% PTFE
Illuminazione
No
Connessione
USB 2.0 Type A
Polling rate
sino a 1000Hz (1ms)
Software
in fase di sviluppo
Cavo
Flex Cord 2.0 (paracord)
Peso
~ 70g
Dimensioni (LxPxA)
~ 122x65,8x38,1mm


Buona lettura!