3. Visti da vicino - Seconda parte

 

Proseguiamo quindi la nostra analisi.

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 1

 

La vista del lato sinistro evidenzia subito il tasto rosso "sniper", che ci consente di ottenere un immediato e temporaneo abbassamento della sensibilità del mouse per facilitare la mira nei giochi FPS; immediatamente sopra notiamo i due pulsanti che tipicamente, nella navigazione internet, corrispondono a "pagina successiva" e "pagina precedente", ed il cavo che parte proprio da questo lato.

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 2

 

Il lato destro ha una superficie d'appoggio sufficiente per le dita,  ma è sprovvista di una apposita sagomatura per il dito mignolo.

Completamente scoperta, da questo lato, la parte in rilievo della struttura portante del Corsair Vengeance M65 che si mostra in tutta la sua bellezza.


Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 3

 

Il cavo di collegamento, lungo circa 1,80mt, è finemente rivestito in tessuto intrecciato e termina con un connettore di colore azzurro recante un'icona del mouse, per facilitarne l'inserimento nella relativa porta USB.

 

 

Corsair Vengeance MM400

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 4 

 

Le generose dimensioni fanno del Vengeance MM400 un eccellente mousepad adatto a qualsiasi utilizzo o stile di gioco, a patto di possedere il giusto spazio sulla nostra scrivania.

La superficie superiore è di tipo "rigido" per consentire un'elevata scorrevolezza, ma che il produttore indica anche caratterizzata da una notevole precisione, aspetto che verificheremo nella nostra prova sul "campo di battaglia". 

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 5

 

La superficie inferiore, gommata, consente un appoggio notevolmente stabile e sicuro su ogni tipo di scrivania.

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 6 
Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 7 

 

Nelle immagini soprastanti possiamo osservare la diversa tipologia delle due superfici a confronto.

 

Corsair Vengeance M65 & MM400 3. Visti da vicino - Seconda parte 8

 

La struttura del mousepad si presenta come un "sandwich" a tre strati: il primo, in alto, è rigido ed è costituito da una struttura in polimeri ottimizzata per i sensori gaming, il secondo, in gomma, serve per attutirne la rigidità strutturale, mentre il terzo, come già osservato, è la base di appoggio vera a propria, studiata per evitarne lo spostamento accidentale anche durante le fasi più concitate del gioco.