5. Interno


Corsair Obsidian 900D 5. Interno 1 

 

Una volta rimossi i pannelli possiamo osservare da vicino l'interno del Corsair Obsidian 900D, caratterizzato da immensi spazi di manovra, da una finitura "total black" e da cavi di colore nero a sezione piatta, in modo da ridurre al minimo gli ingombri ed integrarsi perfettamente dal punto di vista estetico.

Notevole la presenza di cinque predisposizioni per cestelli modulari, di cui tre in dotazione, che permettono di installare fino ad un massimo di quindici Hard Disk o SSD.

 

Corsair Obsidian 900D 5. Interno 2 

 

Eccellenti le soluzioni tecniche adottate per il cable management, che prevedono la presenza di quindici fori ellissoidali di svariate dimensioni posizionati nei punti strategici, tre ampi fermacavi in plastica semirigida integrati sulla parte centrale della struttura ed un nutrito numero di ponticelli metallici necessari al fissaggio delle fascette in plastica.

La presenza di un così alto numero di asole facilita la disposizione dei cavi rendendo l'installazione pulita, ordinata e alla portata di tutti, anche in presenza di mainboard di grandi dimensioni che andrebbero a coprirne una parte.

Apprezzabile la presenza delle guarnizioni in gomma sulle asole principali che, oltre a proteggere i cavi, ne facilitano l'occultamento.

In corrispondenza del socket CPU troviamo una generosa apertura, che permette di effettuare la manutenzione su dissipatori o waterblock dotati di staffa di ritenzione posteriore, senza il preventivo smontaggio della scheda madre.

 

Corsair Obsidian 900D 5. Interno 3  La parte interna del tetto dell'Obsidian 900D.

 

La foto soprastante ci mostra la parte interna del TOP con la predisposizione per il montaggio di quattro ventole da 120 o di tre da 140mm; all'occorrenza lo stesso è in grado di accogliere anche un radiatore con una lunghezza fino a 480mm.

Vista la notevole distanza esistente fra il TOP ed il bordo della mainboard, è inoltre possibile montare sul radiatori sistemi di ventole in Push-Pull, una prerogativa più unica che rara sulla stragrande maggioranza dei case in commercio.


Corsair Obsidian 900D 5. Interno 4  Corsair Obsidian 900D 5. Interno 5 

 

La foto di sinistra mette in evidenza la grande versatilità di questo cabinet che prevede ben dieci slot di espansione dotati di comode viti con testa zigrinata, che permettono il montaggio tool-less delle schede; molto belli i frame posti a protezione degli slot, dotati di fessure per agevolare lo scambio di aria con l'esterno.

A destra possiamo osservare la ventola di estrazione da 140mm fornita in dotazione, che utilizza un connettore 3 pin da collegare direttamente alla mainboard o ad un Fan Controller.

 

Modularità supporti unità di storage

Corsair Obsidian 900D 5. Interno 6  Corsair Obsidian 900D 5. Interno 7 

 

Le due foto in alto ci mostrano soltanto alcune delle possibili configurazioni realizzabili con i cestelli modulari, facilmente estraibili dal relativo supporto previa la rimozione delle viti di blocco.


Corsair Obsidian 900D 5. Interno 8  Corsair Obsidian 900D 5. Interno 9 
Corsair Obsidian 900D 5. Interno 10 

 

Nelle prime due immagini vediamo il cestello modulare dotato di predisposizione per il montaggio di una ventola da 120mm sulla paratia sinistra e la robusta slitta in plastica semirigida che permette il montaggio completamente tool-less dei drive da 3,5";  la terza immagine, più in basso, ci mostra come sia possibile montare SSD o HDD da 2,5" bloccandoli alla slitta con l'ausilio di viti e attrezzi.  

La slitta, purtroppo, prevede la possibilità di montare le unità da 2,5" soltanto a ridosso della parete di destra, previa la rimozione di uno dei perni di fissaggio dotati di gommini antivibrazione.

Ciascun cestello è dotato di un sistema a doppio binario sia sulla parte superiore che su quella inferiore, il che permette di agganciarlo sia al supporto presente sul fondo del case, sia ad un secondo cestello, rendendoli, di fatto, facilmente intercambiabili tra di loro.

Ognuno di essi, infine, può contenere fino a tre drive da 3,5 o 2,5 pollici, per un totale di nove unità (quindici acquistando i cestelli opzionali) che vanno preventivamente alloggiate nella loro slitta.

 

Supporto periferiche da 5,25"

Corsair Obsidian 900D 5. Interno 11  Corsair Obsidian 900D 5. Interno 12 

 

Nelle due foto superiori possiamo osservare i quattro bay disposti nella parte alta dell'Obsidian 900D, atti a contenere le periferiche da 5,25".

Ciascuno dei quattro vani è dotato di un pratico sistema di blocco a leveraggi, realizzato in robusta plastica, per un  montaggio completamente tool-less.

 

Supporto alimentatore

Corsair Obsidian 900D 5. Interno 13

 

Il vano per l'alimentatore è molto ampio e permette di installare fino a due unità  in posizione verticale.

Manca la classica presa d'aria sul fondo che, però, viene sostituita dalle ampie aperture presenti sugli sportelli che vanno a chiudere il vano inferiore del case.

La presenza del supporto in plastica per cestelli modulari permette di installare soltanto alimentatori fino ad una certa lunghezza, superata la quale bisogna procedere alla rimozione dello stesso svitando le due viti che lo bloccano sulla base.

La rimozione di tale supporto e lo spostamento dell'alimentatore sulla seconda predisposizione si rendono inoltre necessari qualora si vogliano installare delle ventole o un radiatore sulle predisposizioni presenti sul lato destro della struttura.

Mancano inspiegabilmente i gommini antivibrazione che servono non solo a migliorare il comfort acustico, ma anche a preservare l'alimentatore da graffi in fase di inserimento.

Molto comode le asole, poste sopra il vano, che permettono di abbreviare il percorso del cavo di alimentazione ausiliaria per la CPU nel caso si voglia occultare; qualora il cavo risultasse comunque troppo corto per raggiungere il relativo connettore, potremo utilizzare la comoda prolunga in dotazione.