Dopo avervi illustrato pregi e difetti della ASUS ROG MAXIMUS XI HERO Wi-Fi, passiamo oggi ad un livello nettamente superiore parlando di un prodotto che, da sempre, punta soprattutto al fattore estetico con lo scopo di attrarre un elevato numero di utenti enthusiast.

La nuova ASUS ROG MAXIMUS XI FORMULA, sebbene condivida una buona parte della circuiteria di base con la HERO, è stata infatti equipaggiata con un ROG Armor totalmente rivisto nei materiali e nelle forme, un display LiveDash OLED più grande ed un nuovo dissipatore ibrido per la sezione VRM, denominato CrossChill III, prodotto in collaborazione con la slovena EK Water Blocks.

Grazie all'utilizzo dell'indio su buona parte del ROG Armor, la FORMULA si presenta con un'estesa superficie con finitura a specchio che, una volta attivato il sistema di illuminazione a LED AURA Sync RGB distribuito in ben cinque punti diversi, è capace di offrire effetti luminosi di notevole impatto.

Un ulteriore miglioramento riguarda la posizione dei connettori per i drive SSD M.2 i quali, al contrario della precedente FORMULA, sono ora alloggiati entrambi in posizione orizzontale e, come vedremo nel prosieguo della nostra recensione, beneficiano di un dissipatore di calore passivo.

Un valore aggiunto non di poco conto, infine, è dato dalla presenza di una seconda porta LAN pilotata da un controller Ethernet Aquantia AQC-111C 5G che, in accoppiata al modulo Wi-Fi Intel AC9560NGW, garantisce un throughput ai vertici della categoria.


ASUS ROG MAXIMUS XI FORMULA 1


La ASUS ROG MAXIMUS XI FORMULA utilizza un classico form factor ATX (305x244mm) ed è alimentata da un connettore ATX 24 pin, un EPS a 8 pin ed uno a 4 pin, in grado di fornire tensioni largamente superiori a quelle effettivamente necessarie anche in caso di overclock estremo.

La sezione di alimentazione a 8 fasi per la CPU più 2 per le RAM, denominata Extreme Engine Digi+, utilizza componentistica di indubbia qualità in grado di assicurarne la massima stabilità in ogni condizione di utilizzo ed una durata superiore alla media.

La connettività viene garantita da sei porte SATA III, sette USB 3.1 Gen1 (di cui una interna), due USB 2.0 (entrambe interne), cinque USB 3.1 Gen2 (di cui una interna) e dalla possibilità di installare due SSD M.2 PCIe 3.0 x4 nei rispettivi slot completi di dissipatore passivo.

I quattro slot DIMM di cui è dotata supportano (grazie alla ultima revisione di BIOS) fino a 128GB di RAM DDR4 con una frequenza di 4400MHz (OC) in modalità dual channel, mentre i primi due slot PCI Express 3.0 x16 consentono di realizzare configurazioni NVIDIA SLI o AMD mGPU.

I comparti audio e networking sono di primissimo livello, progettati entrambi per garantire all'utente la migliore esperienza possibile in ambito gaming.

Degna di nota anche la dotazione software a cui, oltre alla popolare AI Suite che comprende ora l'aggiornamento per la gestione dei nuovi AiO Ryujin e Ryuo, si aggiungono numerose utility per il gaming e non solo.

Buona lettura!