1. Cenni sulla distribuzione dell'energia elettrica

 

Perchè è necessario ricorrere ad un alimentatore?

 

Come molti sapranno, i componenti elettronici necessitano per il loro funzionamento di una tensione di alimentazione continua, del tutto simile a quella fornita da una comunissima batteria, cioè un valore di tensione non variabile nel tempo la cui ampiezza dipende esclusivamente dal tipo di componente da alimentare.

 

L'alimentatore ai raggi X 1. Cenni sulla distribuzione dell'energia 1

 

Tuttavia, la tensione prodotta dalle centrali elettriche non è di questo tipo, ma bensì alternata, il cui valore efficace, per la nostra distribuzione, varia da +220V a -220V, con un valore di picco pari a Vp=Ve/0,707 = 311V ed una frequenza di 50Hz.

 

L'alimentatore ai raggi X 1. Cenni sulla distribuzione dell'energia 2 

 

La tensione è quindi variabile su un range di ben 622V picco-picco con legge sinusoidale ogni 20 millisecondi (50Hz).

Il motivo per cui si produce tensione in alternata è dovuta ad una serie di considerazioni.

I generatori (alternatori) sono più economici e più robusti delle dinamo (generatori in continua) e la tensione alternata, differentemente da quella continua, può essere elevata o diminuita con un "semplice" trasformatore magnetico.

La tensione prodotta dalle centrali viene innalzata fino a valori di 380000V per poter essere trasportata dagli elettrodotti con perdite di potenza ridotte.

Difatti, a parità di potenza erogata, è necessaria una corrente minore al crescere della tensione; riducendo la corrente si riducono le dispersioni di potenza per effetto Joule causate dalla resistenza del conduttore che, viste le grandi lunghezze, non è trascurabile.

Una volta giunta nei luoghi d'utilizzo, dei trasformatori basati sullo stesso principio riducono tali valori a quelli destinati all'impiego domestico o industriale.

Ecco quindi che si rende necessario un adattatore specifico, che trasformi la tensione delle rete  in base alle esigenze dell'apparecchio utilizzatore.

Al seguente link trovate in forma dettagliata i cenni sulla distribuzione dell'energia elettrica, il documento fa parte del materiale didattico messo a disposizione da un docente dell'università di Bologna.