Leggibilità dei formati files nel tempo

Pagina 1 di 3 1 2 3 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 29
  1. #1
    kibibyte L'avatar di Luma
    Registrato
    Sep 2017
    Messaggi
    303

    Predefinito Leggibilità dei formati files nel tempo

    Partiamo pure dal presupposto di riuscire a conservare integri tutti i nostri files nel tempo, siamo sicuri che fra alcuni decenni saremo in grado di leggerli ancora nel formato in cui sono stati creati dagli applicativi attuali?

    Oggi riusciamo ancora a leggere i contenuti di tutti i files creati negli anni '80?

    Quali procedure adottare per evitare di perdere i contenuti perchè divenuti illeggibili?

    Qualcuno ha già affrontato e risolto l'argomento?
    Ultima modifica di Luma : 26-09-2017 a 21:16

  2. #2
    Nexthardware Staff
    Registrato
    Jun 2016
    Località
    GO
    Età
    38
    Messaggi
    1,965
    configurazione

    Predefinito

    Ci provo: conservare un pc con floppy e lettore cd/dvd con installata una stabile distro Linux e macchine virtuali da Win XP a Win 10 e relativi programmi di lettura e masterizzazione che ancora si trovano free. Il pc va acceso di tanto in tanto per motivi che già sappiamo, mai connesso alla rete e nessun aggiornamento ovviamente. Magari una clonazione del sistema su una chiavetta da rinnovare ogni tot anni. Alimentatore moderno per evitare problemi con il futuro ulteriore innalzamento della tensione nominale sulle linee casalinghe.

    Naturalmente masterizzatori ottici e lettori floppy di scorta per eventuali guasti

    Mi stai dando l'ispirazione per buttar giù un piano di recupero dati post-catastrofe
    AMD RYZEN 5 3600 | ROG STRIX B550-I | EVGA 2070 SUPER XC GAMING | CORSAIR VENGEANCE 32GB C16 3200 | CRUCIAL P5 1TB & MX500 1TB | NZXT H1

  3. #3
    kibibyte L'avatar di Luma
    Registrato
    Sep 2017
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Mig, non pensi che la strada più facilmente percorribile sia la conversione dei files nei nuovi formati?

    Penso che oggi più nessuno utilizzi ancora i files di Write, DB3, DB4, Paradox, Lotus ecc. ma i contenuti di quei files sono stati convertiti nei formati di applicazioni più recenti e attuali. O mi sono perso qualcosa?

  4. #4
    kibibyte L'avatar di Luma
    Registrato
    Sep 2017
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Originariamente inviato da MIG316
    Mi stai dando l'ispirazione per buttar giù un piano di recupero dati post-catastrofe
    A quando la presentazione ufficiale del progetto?

    Hai già pensato che nome dargli? Che ne diresti de "L'arca di Mig"?

  5. #5
    Nexthardware Staff
    Registrato
    Jun 2016
    Località
    GO
    Età
    38
    Messaggi
    1,965
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da Luma
    Mig, non pensi che la strada più facilmente percorribile sia la conversione dei files nei nuovi formati?
    Davo per scontato che la tua domanda si riferisse alla conservazione dei dati nel loro formato originale e conseguente strategia per rileggerli in futuro, altrimenti che senso avrebbe la domanda?
    AMD RYZEN 5 3600 | ROG STRIX B550-I | EVGA 2070 SUPER XC GAMING | CORSAIR VENGEANCE 32GB C16 3200 | CRUCIAL P5 1TB & MX500 1TB | NZXT H1

  6. #6
    Nexthardware Staff
    Registrato
    Jun 2016
    Località
    GO
    Età
    38
    Messaggi
    1,965
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da Luma
    A quando la presentazione ufficiale del progetto?

    Hai già pensato che nome dargli? Che ne diresti de "L'arca di Mig"?
    Non tentarmi
    AMD RYZEN 5 3600 | ROG STRIX B550-I | EVGA 2070 SUPER XC GAMING | CORSAIR VENGEANCE 32GB C16 3200 | CRUCIAL P5 1TB & MX500 1TB | NZXT H1

  7. #7
    kibibyte L'avatar di Luma
    Registrato
    Sep 2017
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Originariamente inviato da MIG316
    Davo per scontato che la tua domanda si riferisse alla conservazione dei dati nel loro formato originale e conseguente strategia per rileggerli in futuro, altrimenti che senso avrebbe la domanda?
    Perchè ti sembra senza senso?

    Di tutti i files che noi salviamo e backuppiamo, ciò che ci interessa è il contenuto e non il formato file.
    Ciò che è importante è poter consultare ed eventualmente utilizzare i contenuti, mentre il formato file, alias contenitore, è secondario.


    Originariamente inviato da MIG316
    Non tentarmi
    L'Arca di Mig, non ti piace?

  8. #8
    Daniele L'avatar di Trattore
    Registrato
    Jul 2011
    Località
    provincia Lecco
    Età
    47
    Messaggi
    9,617
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da Luma
    ...non pensi che la strada più facilmente percorribile sia la conversione dei files nei nuovi formati?...

    In effetti è la strada che ho percorso e che sto percorrendo

    Le vecchie audiocassette dei tempi della scuola le ho trasformate in mp3 collegando il vecchio stereo all'ingresso audio del pc

    Si può fare la stessa cosa per i video collegando il vecchio videoregistratore ad un masterizzatore dvd

    I files di office 97-2003 li ho salvati nel formato 2007-2016

    Per le vecchie fotografie avevo provato a fare convertire qualche negativo in digitale da un fotografo ma i risultati non mi erano piaciuti, forse quando l'ho fatto non era il periodo giusto o forse era un problema di budget. Un tempo gli scanner avevano la slitta per i negativi (forse anche oggi?) ma non ho provato.
    Alla fine per le foto dell'infanzia che più mi interessavano ho fotografato con la macchina digitale le foto stampate. Personalmente trovo il risultato meglio del previsto e sono soddisfatto.
    Certamente il vecchio originale stampato non è più nelle migliori condizioni e di conseguenza anche il relativo digitale porta i segni del tempo, ma tutto sommato diciamo che accentua l'effetto "ricordo".

    Vedremo cosa ci riserverà il futuro



  9. #9
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    42
    Messaggi
    23,232
    configurazione

    Predefinito

    Allora: Purtroppo il problema l'ho già dovuto affrontare in diverse situazioni.

    L'azienda per cui lavoravo prima ha un ufficio grafico che lavora con la suite Adobe, come buona parte del mondo. Aggiornamento della macchine, passaggio alla suite CS6 e ci accorgiamo che la maggior parte dell'archivio storico non è più accessibile perchè salvato in formato CS3... Adobe fornisce la compatibilità solo fino a 2 versioni indietro quindi finchè si usava la suite in versione CS5 tutto bene, con il passaggio alla versione 6 tutto quello che era in CS3 non risultava più accessibile neppure in sola lettura.
    Nessuno dei grafici si era mai posto il problema di salvare i files lavorati nel frattempo in formato CS5: In questo modo, la maggior parte dei documenti sarebbe stata convertita mano a mano che ci si lavorava.
    Rimessa in pista una macchina con la CS5, c'era la possibilità di fare conversioni "batch" (cioè lasciare andare la macchina da sola per convertire tutti i documenti nel nuovo formato) ma la conversione automatica non era sufficientemente affidabile e c'era il rischio di trovarsi documenti convertiti ma sputtanati... Dato che si parlava di alcune decine di migliaia di documenti, si è deciso di tenere in pista la macchina CS5 finchè dura, e poi di considerare perso tutto il pregresso...
    Problema analogo con i formati di un'altra vecchissima applicazioni grafica, Freehand: Fino ad un certa versione anche la suita Adobe li gestisce, quindi nessuno si è mai preoccupato di convertire i file. Poi è stata introdotta la CS6... etc... Oppure l'applicazione girava solo su un vecchio polveroso fermaporte con processore PowerPC che poi si è rotto... Onestamente questo non me lo ricordo ma il sunto non cambia...

    Un'azienda chiude e ci si preoccupa di come conservare la documentazione amministrativa per il tempo previsto dalla legge... E di potervi accedere a richiesta!
    Parte dell'archivio storico è un server con SCO Unix: La macchina, un server IBM con processore PentiumIII (mi pare, non ricorso per certo) è stata messa da parte perchè con l'introduzione del nuovo gestionale una quindicina di anni prima si scelse di non esportare i dati per importarli nel nuovo gestionale, si preferì mantenere la macchina da parte e accedervi a necessità...
    Dopo quindici anni la macchina si accendeva ancora quasi sempre, ma non ogni tanto si incartava e non ne voleva sapere.
    A quel punto, si decise convertire l'installazione esistente in una vm vmware ma, dato che il server montava un solo disco SCSI, di fare preventivamente una stampa su carta (con una mitica stampante ad aghi!) di tutto quello che poteva servire.
    Fortunatamente avevo ancora nell'armadio una scheda madre con slot PCI ed un controller SCSI.
    Per la cronaca, la conversione è andata bene quindi il db è rimasto accessibile anche da vm. Che io sappia non c'è mai stato bisogno di usarla ma soprattutto non credo abbiamo mai neppure provato a stampare qualcosa dalla vm... Dubito che sarebbe stato facile!

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  10. #10
    kibibyte L'avatar di Luma
    Registrato
    Sep 2017
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Ciao Trattore, vedo che ti sei spinto ben oltre, addirittura al recupero di musicassette, video e foto su carta e pellicole.

    Per le foto so bene di cosa stai parlando, anni fa ordinai una parte del mio archivio fotografico, negativi e stampe, e di queste ultime ne scansionai diverse migliaia.
    Per i negativi feci alcune prove, insoddisfacenti anche nel mio caso, così abbandonai l'idea di digitalizzarli. Però devo dire che ho visto scansioni di negativi fatte in modo eccellente. Credo dipenda da quattro fattori: scanner, software, know how dell'operatore e infine il tempo dedicato per ogni scatto. Pare che dedicando 15-20 minuti a scatto si possano ottenere risultati eccellenti. Per scansionare 1000 negativi come si deve servono circa 300 ore di lavoro.

    Da addetti ai lavori, mi è stato riferito che gli scanner Epson 750 e 850 siano fra i migliori per la scansione dei negativi, anche di diversi formati.


    Originariamente inviato da Trattore
    I files di office 97-2003 li ho salvati nel formato 2007-2016
    Da come lo hai scritto mi fai pensare che i formati, per ogni singola applicazione siano due: 97-2003 e 2007-2016, è così?



Pagina 1 di 3 1 2 3 ultimo

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2022