Like Tree1Likes
  • 1 Postato Da frakka

3D Vertical NAND Flash, la prima è Samsung ... - [NEWS]

Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9
  1. #1
    Amministratore L'avatar di giampa
    Registrato
    May 2002
    Località
    Pisa
    Età
    57
    Messaggi
    23,492

    Nexthardware Annunciato l'inizio della produzione di massa delle nuove NAND destinate agli SSD e ai dispositivi mobili di nuova generazione.




    Solo gli utenti registrati possono leggere l'articolo sul forum. Registrati o effettua il login!


    "Scusate, ma se quest'anno in Texas ci avete spedito questo deficiente, vuol dire che c'è speranza per tutti?"

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Rais
    Registrato
    May 2013
    Località
    Brindisi, Italy
    Età
    28
    Messaggi
    2,691
    configurazione

    Predefinito

    24 strati di celle significa che si può passare dalle attuali celle 64-128 Gbit a celle da 3072GBit. Praticamente la fine degli hdd meccanici.

  3. #3
    Moderatore L'avatar di virgolanera
    Registrato
    Mar 2010
    Località
    Latina
    Età
    48
    Messaggi
    7,294
    configurazione

    Predefinito

    Questa cosa mi ricorda molto quando hanno introdotto negli hard disk la tecnologia Perpendicular Recording

  4. #4
    ●⁞◌ Ȏrȉzzȏntέ Ðέglȋ ȨvέntȊ ◌⁞●
    Registrato
    Aug 2008
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,952

    Predefinito

    Originariamente inviato da Rais
    24 strati di celle significa che si può passare dalle attuali celle 64-128 Gbit a celle da 3072GBit. Praticamente la fine degli hdd meccanici.
    si, concettualmente è possibile fare quei calcoli, ma non saranno solo rose e fiori: bisognerà fare i
    conti con un'efficienza che, allo stato della tecnologia attuale, sarà anche scesa ai minimi termini.

    In un'architettura di memoria NAND Flash a gate di tipo verticale 3D (3DVG), come quella sviluppata
    da Samsung, al fine di fornire una buona efficienza in un array così composto, le word-line (WL) vengono
    condivise con sviluppo verticale e le bit-line (BL) tramite quello orizzontale.

    Al fine di decodificare correttamente il contenuto dell'array, ogni canale BL ha un proprio dispositivo SSL
    island-gate di controllo, mentre n canali BL sono raggruppati in una sola unità, con i contatti formati
    per decodificare i vari strati di memoria.

    Le operazioni di paginazioni sono in buona sostanza definite dalla selezione di ciascun dispositivo island-gate
    SSL, facendo in modo che, grazie agli n dispositivi SSL, l'architettura 3DVG abbia un numero sempre maggiore
    di pagine.

    Pertanto, quando questo numero di strati, diciamo impilati, è divenuto consistente la tensione di
    programmazione delle celle (F-N Tunneling, ovvero lo stato di programmazione, cioè di cancellazione)
    deve essere decisamente più elevata di quanto necessario in ambiente convenzionale multi-level 2D NAND,
    con tutti gli annessi e connessi del caso.


    In teoria, 24 strati rappresenta il limite teorico, ma in pratica subentrerà un limite fisiologico che ne andrà
    a limitare sensibilmente il numero.


    Certo, come anch'io ritengo da un bel po, la commercializzazione delle prime unità allo stato solido con
    tecnologia 3D porterà se non altro ad un abbattimento dei prezzi dei prodotti con vecchia tecnologia.

    La morte definitiva degli hd, imo, avverrà verosimilmente solo con la commercializzazione delle unità
    RRAM o MemResistive, che dovrebbero (soprattutto nelle prime delle due) essere davvero enormemente
    più convenienti.

  5. #5
    Nexthardware Staff L'avatar di The_Bis
    Registrato
    Jan 2005
    Età
    39
    Messaggi
    2,125

    Predefinito

    Ottima osservazione Toto, ma non dimentichiamoci che i limiti attuali della tecnologia storage basata su NAND Flash è gravemente condizionata dall'interfaccia SATA e relativi protocolli che sono tutto tranne che adatti a gestire la complessità di un SSD. Cambiando interfaccia e protocollo i limiti interni al controller o alle singole NAND saranno facilmente "bypassati" semplicemente aumentando il numero di canali e migliorando la gestione.

    Ormai i temi sono abbondantemente maturi per un interfaccia che lasci finalmente da parte il protocollo ATA/AHCI e relative declinazioni tra cui il fantomatico SATA Express che è nato già vecchio

  6. #6
    Daniele L'avatar di Trattore
    Registrato
    Jul 2011
    Località
    provincia Lecco
    Età
    46
    Messaggi
    9,498
    configurazione

    Predefinito

    Non posso pretendere nell'immediato un prodotto con la velocità degli ssd e con prezzo e capacità degli hd

    Mi sembrano già una cosa buona questi passi in avanti, poi un po' alla volta... si può sperare tutto


  7. #7
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    41
    Messaggi
    23,093
    configurazione

    Predefinito

    La news mi aveva lasciato così:

    La spiegazione Toto mi aveva lasciato così:

    A Toto e Stefano:
    virgolanera likes this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  8. #8
    ●⁞◌ Ȏrȉzzȏntέ Ðέglȋ ȨvέntȊ ◌⁞●
    Registrato
    Aug 2008
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,952

    Predefinito

    Originariamente inviato da The_Bis
    [...]
    non dimentichiamoci che i limiti attuali della tecnologia storage basata su NAND Flash è gravemente condizionata dall'interfaccia SATA e relativi protocolli che sono tutto tranne che adatti a gestire la complessità di un SSD. Cambiando interfaccia e protocollo i limiti interni al controller o alle singole NAND saranno facilmente "bypassati" semplicemente aumentando il numero di canali e migliorando la gestione.
    si Stefano, non si può che condividere.

    Il problema, però, appare più evidente per tutte quelle necessità venutesi a creare negli ambiti soho,
    mentre è finora solo sfiorato sui dispositivi di classe superiore fino all'enterprise, dove SAS riesce
    ancora a mantenere un certo equilibrio prestazionale.

    Su una single lane SAS 6Gb (quindi da ~600MB/s), in full duplex e con wide port 4x si arriva a gestire
    fino a 4.8GB/s, veicolato peraltro su di un vecchio bus PCI-E 8x gen2, quindi con un limite teorico
    intrinseco di 8GB/s.

    Tutto questo senza fare i relativi calcoli in merito alle attuali e già utilizzate specifiche di SAS 12Gb su
    PCI-E gen3, il quale già permette un qualcosa come >1.000.000 di I/O al secondo.



    Originariamente inviato da The_Bis
    [...]
    Ormai i temi sono abbondantemente maturi per un interfaccia che lasci finalmente da parte il protocollo ATA/AHCI e relative declinazioni tra cui il fantomatico SATA Express che è nato già vecchio

    si, purtroppo è così .... e ancora peggio non si riesce a vedere nulla di alternativo già pronto per i
    prossimi anni.

    Personalmente spero che Intel e AMD riescano in qualche modo ad introdurre un qualcosa di livello
    quantomeno light-SAS nei propri SouthBridge.

    Ed anche allora, a quel punto, il problema si sposterebbe sui produttori di storage che dovrebbero
    inevitabilmente rivedere in maniera pressoché completa la loro politica dei prezzi.

    Credo non sia così semplice che una benefica trasformazione possa avvenire, quantomeno nel breve-medio
    periodo, ma lo spero vivamente.


  9. #9
    ●⁞◌ Ȏrȉzzȏntέ Ðέglȋ ȨvέntȊ ◌⁞●
    Registrato
    Aug 2008
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,952

    Predefinito

    @ Matteo

    troppo gentile. Le tecnologie e i dispositivi inerenti il mass-storage sono tra quelle da cui vengo
    maggiormente attratto.


    Purtroppo debbo dire che è veramente difficile trovare articoli e documenti su tecnologie recenti,
    e soprattutto attuali, dai quali avere informazioni dettagliate, attingere e fare esperienza.

    La quasi totalità si trova (rigorosamente a pagamento: del tipo 30$ l'uno) su IEEE.org, e non avendo
    la fortuna di poter alternativamente usufruire di un abbonamento periodico (molto costoso anch'esso),
    è praticamente impossibile saperne anche solo parlare, in maniera approfondita.

    Però devo dire che talvolta, cercando cercando, con pazienza, volontà e fortuna, si riesce anche a
    trovare qualcosa di utile: in genere è successivamente messo a disposizione da una delle svariate grandi
    aziende che lavorano o orbitano nel settore.

    Nel caso attuale, avevo già letto qualcosa in precedenza, avendo trovato, tra gli altri, anche questo:

    Highly Scalable Vertical Gate 3D Nand


Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Tags

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2018

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1