Like Tree111Likes

Consigli per un server

Pagina 18 di 21
prima
... 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 171 a 180 su 206
  1. #171
    tebibyte L'avatar di UnixMan
    Registrato
    Sep 2013
    Messaggi
    2,509
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da marcoc1712
    usando NTFS, accedendo sia con boot da linux che da win, prima non riuscivo.
    ovviamente, se hai un dual-boot e usi un fs non supportato da windows, da quello non lo vedi... ma mi pare che lui abbia detto espressamente che non ha interesse a fare un dual boot.
    Ciao, Paolo.

    «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»

  2. #172
    kibibyte
    Registrato
    May 2012
    Messaggi
    308

    Predefinito

    Una piccola curiosità.
    Non credo sia influente, ma per dischi di dati come i miei in fstab voi noatime lo utilizzereste oppure no?
    Io chiudo la riga per montare il disco in questo modo:
    codice:
    defaults,noatime,user 0 2

  3. #173
    tebibyte L'avatar di UnixMan
    Registrato
    Sep 2013
    Messaggi
    2,509
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Una piccola curiosità.
    Non credo sia influente, ma per dischi di dati come i miei in fstab voi noatime lo utilizzereste oppure no?
    "noatime" può avere senso utilizzarlo per dischi a stato solido... per HDD convenzionali è superfluo (ed in alcuni casi può causare effetti collaterali indesiderati).

    Potrebbe invece essere pressoché sempre convieniente usare "lazytime" (anche per gli SDD, in effetti... tant'è che, IIRC, nelle distro moderne è attivo per default). Vedi "man mount".

    Originariamente inviato da squonk
    Io chiudo la riga per montare il disco in questo modo:
    codice:
    defaults,noatime,user 0 2
    "defaults" è solo un segnaposto... se metti altre opzioni, non serve metterlo.
    frakka and squonk like this.
    Ciao, Paolo.

    «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»

  4. #174
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    A dire la verità con Samba condivido in rete cartelle di dischi formattati in ext4 e li vedo tranquillamente da pc con Windows...
    C'è qualche motivo che non conosco per questa scelta?
    Originariamente inviato da UnixMan
    No, per carità. NTFS è assolutamente da evitare, specie su Linux. È inutilmente complesso, lento, poco stabile, poco affidabile e spreca un mucchio di risorse (di fatto lo puoi usare solo attraverso FUSE).
    Originariamente inviato da UnixMan
    ovviamente, se hai un dual-boot e usi un fs non supportato da windows, da quello non lo vedi... ma mi pare che lui abbia detto espressamente che non ha interesse a fare un dual boot.
    Sì, anche io dove ho multiboot ho adottato NTFS ed ntfs-3g ed è una scelta obbligata... Ma solo in presenza di multiboot.
    Onestamente particolari problemi di lentezza o affidabilità non ne ho riscontrati ma non c'è motivo di usare un fs "alieno" gestito tramite fuse se con i fs nativi puoi sopperire.
    Le share samba del mio serverino è servita da xfs e non ho particolari problemi.

    Originariamente inviato da UnixMan
    ext4 va benissimo. Ci sono anche altre alternative eccellenti (e.g. XFS), ma non vedo motivi per preferirle. Se pensi di doverli montare anche da sistemi diversi da Linux potresti valutare l'uso del vecchio ext3, che è meglio supportato su alcuni sistemi "alieni".
    Originariamente inviato da squonk
    frakka: tu quale filesystem mi consigli?
    Io ho adottato ovunque, salvo rare eccezioni, XFS sulle mie installazioni Linux. Non c'è un reale motivo, anche perchè quando si parla di sistemi domestici le differenze di performance tra un filesystem e l'altro sono risibili: Penso semplicemente che se una casa come Red Hat ha abbandonato ext4 in favore di xfs come filesystem predefinito per le sue distro, molto probabilmente avrà valutato questo filesystem sufficientemente maturo e stabile e individuato una serie di pro e contro che credo possano coprire anche il caso d'uso della mia casetta.
    XFS supporta gli snapshot, la deframmentazione e l'estensione a caldo (che sono praticamente le uniche feature avanzate che potrebbero servirmi) quindi non ho motivi per non adottarlo.
    In ambito aziendale è diverso ma qui entrano in gioco diversi fattori e altre valutazioni da fare.
    squonk likes this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  5. #175
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Grazie a tutti per le risposte.
    Dato che ci siamo approfitto di queste risposte per chiedere una cosa.
    Le cartelle condivise sul server le connetto come unità di rete in Windows 10.
    La cosa funziona, ma ogni tanto, non so perchè, la cartella di rete risulta disconnessa in W10 nonostante il server sia perfettamente su e funzionante, ma se entro nuovamente nella cartella, tutto funziona. C'è qualche opzione in W10 o in Samba che permetta di rendere "più stabile" questa connessione?
    Credo sia solo un problema dato dal fatto che Explorer parte prima dei servizi di rete e non riesce a montare le share perchè la network (in particolare le wifi) non è ancora partita.
    Non credo ci sia niente che ci puoi fare... Ma neppure che sia un reale problema.
    squonk likes this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  6. #176
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da UnixMan
    Potrebbe invece essere pressoché sempre convieniente usare "lazytime" (anche per gli SDD, in effetti... tant'è che, IIRC, nelle distro moderne è attivo per default). Vedi "man mount".
    Solo in caso si usi ext4, però (è un'opzione specifica per ext4).
    squonk likes this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  7. #177
    kibibyte
    Registrato
    May 2012
    Messaggi
    308

    Predefinito

    Originariamente inviato da frakka
    Io ho adottato ovunque, salvo rare eccezioni, XFS sulle mie installazioni Linux. Non c'è un reale motivo, anche perchè quando si parla di sistemi domestici le differenze di performance tra un filesystem e l'altro sono risibili: Penso semplicemente che se una casa come Red Hat ha abbandonato ext4 in favore di xfs come filesystem predefinito per le sue distro, molto probabilmente avrà valutato questo filesystem sufficientemente maturo e stabile e individuato una serie di pro e contro che credo possano coprire anche il caso d'uso della mia casetta.
    XFS supporta gli snapshot, la deframmentazione e l'estensione a caldo (che sono praticamente le uniche feature avanzate che potrebbero servirmi) quindi non ho motivi per non adottarlo.
    In ambito aziendale è diverso ma qui entrano in gioco diversi fattori e altre valutazioni da fare.
    Ho cercato qualche articolo in giro per la rete.
    Ho trovato roba o abbastanza vecchia, che ho letto "con riserva" in quanto non sapevo se negli ultimi 5 o 6 anni le cose su questo fronte sono cambiate in modo significativo, o roba più recente. Ad esempio in questo articolo si descrivono i vari FS è l'XFS non sembra esente da difetti, anche se è sempre difficile per me capire quali funzionalità siano davvero critici nel mio sistema.
    Ad esempio non capisco se il fatto che il journaling che per l'XFS sembrerebbe limitato ai solo metadati (?) sia un parametro da prendere in considerazione.
    In altri articoli ho letto che soprattutto con versioni recenti del kernel l'XFS risulta leggermente più performante di ext4 in diversi scenari...
    In ogni caso da perfetto ignorante capisco solo che ci sono dietro questioni troppo complesse che vanno oltre la mia capacità di comprensione.
    Cerco ancora un pochino, poi decido...

  8. #178
    bit
    Registrato
    Aug 2018
    Età
    28
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Ciao ragazzi,

    Voglio comprare un server tra 500-700 euro, che voglio ospitare alcuni siti personali, per insegnare con me, per sviluppare in questa direzione di admin sys.
    Cosa consiglio di scegliere tra i due modelli di hp: HP DL369p G6 (server rack) o un server tower rinnovato, HP ML310e Gen8?

    Quale sarebbe più vantaggioso per me, un server rack o un server tower?
    Grazie mille!

  9. #179
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Il problema non è rack o tower ma il fatto che sono due macchine molto diverse... La G6 ormai è molto vecchia ma è decisamente più carrozzata (quindi per un ambiente di test/learning potrebbe andare molto bene) mentre l'altra è un modello molto base però decisamente più nuova.
    Se la longevità non è un problema la G6 probabilmente è più che adeguata già così com'è, nella G8 per portarla allo stesso livello ci sono da spendere altri soldi.
    La G6 monta anche dischi SAS mentre quelle G8 li montano SATA.

    I server rack solitamente sono anche molto più rumorosi dei tower.
    Avresti problemi ad alloggiare un rack?

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  10. #180
    bit
    Registrato
    Aug 2018
    Età
    28
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Il rumore non sarà un problema. Vado per il rack. Grazie!

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2018

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1