Like Tree111Likes

Consigli per un server

Pagina 16 di 21
prima
... 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 151 a 160 su 206
  1. #151
    pebibyte L'avatar di marcoc1712
    Registrato
    Jan 2013
    Messaggi
    5,240
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Ok, con questo mi hai definitivamente demolito.
    Sono andato a leggermi il thread sul forum di Ubuntu che parla del raid 5 e tutte le mie "certezze" sono crollate in pochi secondi.
    Non ho letto anche gli articoli citati nel thread (per mancanza di tempo), ma a questo punto non so davvero come procedere.

    Provo a spiegare.
    Attualmente possiedo due serverini casalinghi che uso principalmente per gestire i file multimediali con vari dispositivi (TV, PC, telefonini, ...).
    I file multimediali (musica e video) si sa occupano molto spazio (soprattutto la musica, visto che ho qualche tera di materiale in formato lossless).
    Con l'aumentare dei dati conservati il problema non è tanto quello dello spazio da aggiungere, ma cosa succede nel caso che tali dati vengano persi.
    Le considerazioni, del tutto personali, sono le seguenti.
    Nessuno dei file audio e video è così importante da rendere "drammatica" la sua perdita: molte cose riesco a recuperarle abbastanza facilmente (cd, dvd, bluray originali, ...), ma il vero dramma sarebbe la mole di tempo che richiederebbe questo recupero. Parlo infatti di materiale accumulato nel corso di anni: forse ripescare la maggior parte delle cose mi richiederebbe meno tempo, ma comunque troppo.

    E' ovvio che la soluzione a questo problema è il backup, ma online purtroppo è ancora improponibile sia per i costi che per i tempi di upload.
    Avere un backup in casa richiede un costo per gli HDD: ogni volta che ne aggiungi uno dovresti comprarne un secondo per farti la copia del materiale che ci metterai.

    Allora uno pensa ad un RAID, non tanto per il guadagno nelle prestazioni in lettura, ma per la ridondanza: l'idea che se un disco si rompe, i dati possono ancora essere recuperati mi sembra la soluzione intermedia che fa per me. Un RAID5 mi permette di "sprecare" meno spazio che un backup completo e lo immagino come la via di mezzo fra il non avere un backup di nulla ed avere un backup completo su altri dischi (via di mezzo soprattutto in termini di sicurezza).

    Il consiglio che mi dai ed il thread che ho letto fanno irrimediabilmente crollare questo "castello".
    Se ho capito bene, con un raid 5 software sembra che sia quasi più facile corrompere l'array e dover buttare via tutti i dati, piuttosto che trovarsi con un disco rigido che si rompe...
    Ed io sto parlando di un array con potenzialmente 8Tb di dati (nel thread sul forum di Ubuntu hanno una visione "apocalittica" della cosa per 4Tb...).
    Forse comprando un controller hardware la cosa sarebbe meno "rischiosa", ma se non ho capito male i buoni controller costano (e se si rompono quelli, comunque il rischio di perdere tutti i dati credo tu lo abbia comunque, anche se gli HDD sono integri!).

    Il RAID 1 mi dà da fare per lo "spreco" di spazio, soprattutto in rapporto alla relativamente bassa importanza dei miei dati.
    Insomma, forse l'idea del RAID non era così buona come mi era sembrata...
    Se si esce dal tecnico, provo a dire la mia:

    a. il RAID non sostituisce il backup.

    b. quello che serve ai nostri scopi è il backup e, paradossalmente, più dei dati 'accessori' che dei files musicali per se, dato che quelli si scrivono una volta e non cambiano mai (specie se si usano i .cue).

    c. Soluzioni 'incrementali' sono perfette ed efficienti.

    d. Meglio, molto meglio, se il backup lo si tiene separato dalla macchina dove risiedono i dati "veri", ma 'verificato' evitando cioè di scoprire al momento del bisogno che il supporto è illeggibile.

    Questo è quello che faccio io:

    a. i fles originari stanno sul server LMS, che è una macchina a se stante.
    b. Copia iniziale statica dei files sul NAS(in realtà un vecchio PC con Debian).
    c. Copia periodica ed incrementale (nuova musica e files modificati) sempre sul NAS.
    d. Di tanto in tanto (diciamo una volta all'anno) backup per "disaster recovery", su dischi 'removibili', a quel punto normalmente riparto da una nuova versione di b.

    La mia libreria è di circa 3.5 TB, sul server LMS uso 2x WD Red da 2TB, sul NAS occupa 1 WD Green 2TB + 2 WD Green 1 TB, i rimovibili - oggi - sono 4 WD Green 1 TB.

    Dovendo comprare tutto a nuovo sarebbe una spesa, ma in realtà sono arrivato a questa configurazione nel tempo e riciclando i 'vecchi' dischi sostituendoli con i nuovi.

    A breve credo acquisterò un paio di WD RED 3TB (100 Euro l'uno) o un WG RED da 4TB (140 Euro) e scalerò gli altri, magari tenendo due copie 'statiche'.

    p.s.

    Fino a poco tempo fa, la macchina che adesso fa il NAS era il mio pc di sviluppo e la copia stava comunque lì, il concetto non cambia.
    squonk likes this.
    Ciao, Marco.

    "Any intelligent fool can make things bigger, more complex, and more violent. It takes a touch of genius -- and a lot of courage -- to move in the opposite direction."
    — E. F. Schumacher (mis-attributed to A. Einstein)
    ________________________________________________________________________________
    Autore della patch R2 per Squeezelite e del plugin C-3PO. note libere
    Logitech media Server 7.9 > miniPc + squeezelite-R2 / SB+ > "Lu Scalmentu" NOS R2R DAC by TubeOne/ AudioResearch DAC 1-20 >
    Klimo Merlino Gold TPS > DIS Interconnect > Kent Gold > Reference > Monitor Audio Studio 20 SE

  2. #152
    kibibyte
    Registrato
    May 2012
    Messaggi
    308

    Predefinito

    Grazie a tutti!
    In questo ambito uno non ne sa mai abbastanza. Adesso devo ripensare a tutto il mio sistema di archiviazione: non ho idea di come procedere, ma meglio che ci rifletta adesso che sono acnora in una situazione "sospesa"...

    Ma oltre al backup su hard disk che rimangono per la maggior parte del tempo parcheggiati (e spenti), non ci sono alternative a costi contenuti?
    Volevo anche capire cosa costerebbe a fare un backup "una tantum" su supporti ottici come i bluray (possiedo già un masterizzatore per quello), ma oltre il taglio (ne esistono da 25Gb, 50Gb e 100Gb, anche se non so se tutti compatibili con il mio masterizzatore) c'è il problema del costo ancora elevato dei supporti e, soprattutto, della durata nel tempo di questi oggetti (ricordo ancora i miei primi cd masterizzati su supporti scadenti che a distanza di pochi anni erano già diventati illeggibili).
    C'è ancora da studiare...

  3. #153
    tebibyte L'avatar di UnixMan
    Registrato
    Sep 2013
    Messaggi
    2,509
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Ma oltre al backup su hard disk che rimangono per la maggior parte del tempo parcheggiati (e spenti), non ci sono alternative a costi contenuti?
    purtroppo no.

    La soluzione migliore per i backup -standard in campo professionale- resta sempre quella dei buoni vecchi nastri ("vecchi" si fa per dire, ovviamente. Si usano ad es. gli LTO, arrivati alla ottava generazione, con capacità fino a 12 TB per "cassetta"). Si tratta di soluzioni comode ed affidabili, ma dal costo improponibile per usi domestici.

    Per i ns. scopi, gli HDD esterni(*) restano la soluzione migliore: la più comoda, più affidabile ed anche più economica.

    (*) si possono utilizzare tranquillamente HDD "nudi", che quando ti servono colleghi per mezzo di una interfaccia USB3 (e/o eSATA) "a pozzetto" (tipo e.g. questa), oppure "volante" (tipo e.g. questa), oppure ancora per mezzo di una comoda "drive bay" SATA (per intenderci, qualcosa tipo e.g. questa) montata direttamente su un PC.
    squonk likes this.
    Ciao, Paolo.

    «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»

  4. #154
    kibibyte
    Registrato
    May 2012
    Messaggi
    308

    Predefinito

    Originariamente inviato da UnixMan
    purtroppo no.

    La soluzione migliore per i backup -standard in campo professionale- resta sempre quella dei buoni vecchi nastri ("vecchi" si fa per dire, ovviamente. Si usano ad es. gli LTO, arrivati alla ottava generazione, con capacità fino a 12 TB per "cassetta"). Si tratta di soluzioni comode ed affidabili, ma dal costo improponibile per usi domestici.

    Per i ns. scopi, gli HDD esterni(*) restano la soluzione migliore: la più comoda, più affidabile ed anche più economica.

    (*) si possono utilizzare tranquillamente HDD "nudi", che quando ti servono colleghi per mezzo di una interfaccia USB3 (e/o eSATA) "a pozzetto" (tipo e.g. questa), oppure "volante" (tipo e.g. questa), oppure ancora per mezzo di una comoda "drive bay" SATA (per intenderci, qualcosa tipo e.g. questa) montata direttamente su un PC.
    Grazie per la risposta!
    Avevo pensato ai nastri ma credevo che non fossero più usati (inoltre ignoro completamente il loro costo).
    Un oggetto come il primo che hai linkato lo possiedo già e l'ho utilizzato parecchio in questi giorni di backup del disco da 4Tb che dovevo inserire nel raid...
    Mi sa che mi devo rassegnare agli HDD "nudi" (come scrivi).

  5. #155
    tebibyte L'avatar di UnixMan
    Registrato
    Sep 2013
    Messaggi
    2,509
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Avevo pensato ai nastri ma credevo che non fossero più usati (inoltre ignoro completamente il loro costo).
    tanto per farti un'idea, il più economico dei drive singoli (in campo pro di solito si usano librerie robotizzate) costa quanto un PC di fascia alta (o più), mentre i nastri costano più o meno quanto un HDD "normale" di taglia medio-grande (sui 100€ l'uno o più).
    squonk likes this.
    Ciao, Paolo.

    «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»

  6. #156
    kibibyte
    Registrato
    May 2012
    Messaggi
    308

    Predefinito

    Originariamente inviato da UnixMan
    tanto per farti un'idea, il più economico dei drive singoli (in campo pro di solito si usano librerie robotizzate) costa quanto un PC di fascia alta (o più), mentre i nastri costano più o meno quanto un HDD "normale" di taglia medio-grande (sui 100€ l'uno o più).
    Appperòòò!

  7. #157
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    In realtà le cassette di generazione precedente non costano molto, e i lettori di solito scrivono sui tape della loro generazione e della precedente: in azienda avevo fatto prendere un drive lto5 e abbiamo usato i tape gen4 finché non è uscita la gen6 ed i tape di gen5 sono scesi a prezzi popolari.
    Il drive da solo costa però circa 1500€, le robot library partono da circa 10.000€

    C'era un'altra alternativa sempre in formato cartuccia ma erano sostanzialmente degli hdd da 1,8" inscatolati ma non raggiungevano la stessa capacità
    squonk and UnixMan like this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  8. #158
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da squonk
    Ok, con questo mi hai definitivamente demolito.
    Sono andato a leggermi il thread sul forum di Ubuntu che parla del raid 5 e tutte le mie "certezze" sono crollate in pochi secondi.
    Non ho letto anche gli articoli citati nel thread (per mancanza di tempo), ma a questo punto non so davvero come procedere.

    [...]

    Il consiglio che mi dai ed il thread che ho letto fanno irrimediabilmente crollare questo "castello".
    Se ho capito bene, con un raid 5 software sembra che sia quasi più facile corrompere l'array e dover buttare via tutti i dati, piuttosto che trovarsi con un disco rigido che si rompe...
    Che si corrompa di suo è difficile, che lo si danneggi mentre si tenta di sostituire il disco e ricostruire l'array non così tanto ((in)esperienza personale, purtroppo).

    Originariamente inviato da squonk
    Ed io sto parlando di un array con potenzialmente 8Tb di dati (nel thread sul forum di Ubuntu hanno una visione "apocalittica" della cosa per 4Tb...).
    Forse comprando un controller hardware la cosa sarebbe meno "rischiosa", ma se non ho capito male i buoni controller costano (e se si rompono quelli, comunque il rischio di perdere tutti i dati credo tu lo abbia comunque, anche se gli HDD sono integri!).
    Fare il rebuild di un array RAID5 software di 3 dischi per 8Tb totali potrebbe impiegare anche un giorno e mezzo, non è un'operazione banalissima. Un controller hardware serio migliora le cose ma non risolve il problema di fondo, che è quello che ti hanno indicato anche UnixMan e marcoc1712: Il RAID non è un backup, purtroppo.

    Originariamente inviato da squonk
    Il RAID 1 mi dà da fare per lo "spreco" di spazio, soprattutto in rapporto alla relativamente bassa importanza dei miei dati.
    Insomma, forse l'idea del RAID non era così buona come mi era sembrata...
    Il RAID serve a migliorare la "disponibilità" dei dati, non la loro "sicurezza".

    Originariamente inviato da UnixMan
    [...]
    Originariamente inviato da marcoc1712
    [...]


    Inoltre avere dischi "offline" ti permette di "ruotare" i dischi che normalmente tieni attaccati al server, acquistando dei nuovi quando ti serve più spazio e relegando i dischi più vecchi ma ancora efficienti al ruolo di backup. In questo modo riesci anche a "svecchiare" i supporti usati per il backup e a verificarli periodicamente.
    squonk and UnixMan like this.

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

  9. #159
    mebibyte L'avatar di pgfiore
    Registrato
    Jun 2011
    Località
    Genova
    Età
    58
    Messaggi
    567

    Predefinito

    Io ho una libreria HP con 2 bracci che costò circa 20k; non affrontabile in casa.
    Però visti i costi degli HD io un mirror lo farei sempre. NON e', e non siamo qui a sostenerlo, un backup... ma toglie di mezzo un bel po' di ansie :-)

    Stiamo adesso pensando a una migrazione da SAN al Virtual Storage (VSA) di HP. Se perdiamo tutto ve lo faccio sapere!!!
    Però le licenze non sono free e comunque non mi sembra proprio una cosa da casa
    squonk and frakka like this.

  10. #160
    Super Moderatore L'avatar di frakka
    Registrato
    May 2001
    Località
    Casalecchio di Reno (Bo)
    Età
    40
    Messaggi
    23,016
    configurazione

    Predefinito

    Decisamente

    Questa è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno. C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto. Ciascuno poteva farlo, ma Nessuno lo fece, Qualcuno si arrabbiò perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensò che Ciascuno potesse farlo, ma Ognuno capì che Nessuno l'avrebbe fatto. Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

Pagina 16 di 21
prima
... 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 ultimo

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2018

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1