Il NAA, questo sconosciuto...

Pagina 26 di 31
prima
... 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 251 a 260 su 302
  1. #251
    nibble L'avatar di alex_i
    Registrato
    Feb 2013
    Messaggi
    51

    Predefinito

    La teoria e la pratica sono due cose diverse e il mondo audiofilo lo sà bene, specie nel digitale e nella liquida dove spesso l'orecchio sente quello che i numeri non possono sentire. Sarà numericamente più corretto, ma Io sfido chiunque a venire da me, dove gli faccio sentire un dac usb di ultima generazione (ha un anno) listino 970 euro, collegato in usb e poi (alla stessa usb) in coassiale con hiface2 alimentata a batteria. PC super ottimizzato e dedicato, Lehmann Audio Black Cube Linear e Sennheiser HD800. Facciamo una prova in doppio cieco e scommettiamo su quale sente suonare meglio.
    Con il dac che avevo prima (anche quello di ultima generazione) listino 1400 se non sbaglio, andava meglio l'usb.
    Ripeto Sarà numericamente più corretto in teoria, non stò dicendo a nessuno che ha torto, esprimo solo la mia opinione e la mia attuale esperienza.

  2. #252
    Moderatore L'avatar di bibo01
    Registrato
    Oct 2010
    Messaggi
    4,545
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da Maggio
    Bibo io ho trovato questo (ho cancellato ogni riferimento).


    Sì, lo conosco è Tinygreenpc, che poi sono anche gli importatori italiani con uffici anche in UK con i quali sono in contatto.
    Non so perché mi abbiano quotato oltre 190euro e 10 settimane per la consegna. Come dicevo prima, aspetto una loro ulteriore comunicazione.
    Comunque, rispetto alle 5 settimane previste sul sito di Compulab, io preventirei circa 8 settimane.
    Penso di ordinarlo dagli US dove costa $120+20 e farmelo riportare da un amico.

  3. #253
    tebibyte
    Registrato
    Dec 2010
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    2,403
    configurazione

    Predefinito

    alex stai dirigendoti dalla parte sbagliata. Il fatto che una interfaccia usb/spidf scrausetta come la hiface (oggetto che riesce a creare ulteriori casini in un settore di trasferimento dati dove ce ne sono già abbastanza) possa suonare meglio di una interfaccia usb è solo un problema legato alla scarsità qualitativa di quest'ultima. Non esiste "l'interfaccia" bensì "le interfacce", alcune delle quali pur essendo definite asincrone sono piuttosto scadenti dal punto di vista sonico, per non parlare poi dei "piccoli" problemi che il layout e la qualità delle alimentazioni dei vari settori di un dac hanno come impatto sulla SQ. Insomma non è la hiface che suona meglio, è quel dac che suona male.
    Il buon John Swenson e i suoi illuminanti articoli sono stati per noi fonte di conforto dalla uscita del primo capitolo. Leggendoli troverete per filo e per segno ciò che in queste pagine si asserisce e si fa ormai da anni, essendo poi niente di meno che le basi fondanti del buon vecchio cMP2. Altamente consigliabile quindi non solo leggerlo ma cercare in tutti i modi di applicarne i principi, ben sapendo però che a fronte di tante variabili sta diventando un'impresa davvero titanica riuscire ad identificare regole generali applicabili efficacemente in ogni situazione e in ogni setup.
    UnixMan likes this.

  4. #254
    pebibyte L'avatar di marcoc1712
    Registrato
    Jan 2013
    Messaggi
    5,240
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da alex_i
    La teoria e la pratica sono due cose diverse e il mondo audiofilo lo sà bene, specie nel digitale e nella liquida dove spesso l'orecchio sente quello che i numeri non possono sentire. Sarà numericamente più corretto, ma Io sfido chiunque a venire da me, dove gli faccio sentire un dac usb di ultima generazione (ha un anno) listino 970 euro, collegato in usb e poi (alla stessa usb) in coassiale con hiface2 alimentata a batteria. PC super ottimizzato e dedicato, Lehmann Audio Black Cube Linear e Sennheiser HD800. Facciamo una prova in doppio cieco e scommettiamo su quale sente suonare meglio.
    Con il dac che avevo prima (anche quello di ultima generazione) listino 1400 se non sbaglio, andava meglio l'usb.
    Ripeto Sarà numericamente più corretto in teoria, non stò dicendo a nessuno che ha torto, esprimo solo la mia opinione e la mia attuale esperienza.
    eehm... non è più probabile che sia la SPDIF del tuo particolare modello di DAC a funzionare particolarmente bene e comunque meglio della sua interfaccia USB? Credo che nessuno si sogni di negarlo, lo hai a casa e lo ascolti, perchè dovresti autoraccontarti balle, solo per giustificare il possesso della pennetta alimentata a batteria?

    Questo, comunque sia, NON significa che SPDIF sia generalmente meglio di USB a causa 'di ben noti problemi' come scrivevi tu all'inizio, sempre se lo compari con USB UAC2 asincrone ben implementate (e con lunghezze dei cavi nello standard, nell'ultimo post che ho letto in cui si affermava quello che dici tu si è poi scoperto che il tizio usava un cavo USB lungo 9m...).

    Comunque diverse interfacce USB/SPIDIF hanno suono diverso, quindi è difficile generalizzare.
    UnixMan likes this.

  5. #255
    pebibyte L'avatar di marcoc1712
    Registrato
    Jan 2013
    Messaggi
    5,240
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da audiodan
    alex stai dirigendoti dalla parte sbagliata. Il fatto che una interfaccia usb/spidf scrausetta come la hiface (oggetto che riesce a creare ulteriori casini in un settore di trasferimento dati dove ce ne sono già abbastanza) possa suonare meglio di una interfaccia usb è solo un problema legato alla scarsità qualitativa di quest'ultima. Non esiste "l'interfaccia" bensì "le interfacce", alcune delle quali pur essendo definite asincrone sono piuttosto scadenti dal punto di vista sonico, per non parlare poi dei "piccoli" problemi che il layout e la qualità delle alimentazioni dei vari settori di un dac hanno come impatto sulla SQ. Insomma non è la hiface che suona meglio, è quel dac che suona male.
    Il buon John Swenson e i suoi illuminanti articoli sono stati per noi fonte di conforto dalla uscita del primo capitolo. Leggendoli troverete per filo e per segno ciò che in queste pagine si asserisce e si fa ormai da anni, essendo poi niente di meno che le basi fondanti del buon vecchio cMP2. Altamente consigliabile quindi non solo leggerlo ma cercare in tutti i modi di applicarne i principi, ben sapendo però che a fronte di tante variabili sta diventando un'impresa davvero titanica riuscire ad identificare regole generali applicabili efficacemente in ogni situazione e in ogni setup.
    Buongiorno!

  6. #256
    tebibyte
    Registrato
    Dec 2010
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    2,403
    configurazione

    Predefinito

    Guten morgen, bonjour, bom dia, buenos dias, good morning, ci si alza presto, vedo.....

  7. #257
    pebibyte L'avatar di marcoc1712
    Registrato
    Jan 2013
    Messaggi
    5,240
    configurazione

    Predefinito

    No, proprio non si va a letto (ancora), poi fino alle 14 ...sparisco...
    Ultima modifica di marcoc1712 : 25-02-2015 a 06:32

  8. #258
    tebibyte L'avatar di UnixMan
    Registrato
    Sep 2013
    Messaggi
    2,511
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da alex_i
    Se si usasse una prolunga usb (dato che l'usb della hiface e asincrona) e la hiface attaccata al dac?
    puoi provare, ma in generale non è detto che sia una buona idea. Quando l'S/PDIF era sostanzialmente l'unica opzione disponibile, c'era chi sosteneva che a parità di ogni altra cosa cavi S/PDIF lunghi (anche parecchi metri) suonassero meglio di quelli più corti (sarebbe lungo e complesso spiegare perché, ma non è escluso che possa anche essere vero. Diciamo che ha a che fare con attenuazioni, riflessioni ed onde stazionarie per cui in effetti la lunghezza del cavo s/pdif senza dubbio conta, ancorché non in modi così ovvi e banali).

    Per il resto, ti hanno già risposto: il discorso vale da un punto di vista generale, concettuale. Poi, come sempre, "the devil is in the details". Non basta usare una interfaccia USB asincrona per risolvere automaticamente tutti i problemi. Basta niente per compromettere tutto. Alimentazioni e/o banalmente layout(*) inadeguati possono facilmente trasformare il migliore dei circuiti in una sonora schifezza.

    Per quanto un sistema basato su s/pdif sia inerentemente "sbagliato" da un punto di vista concettuale, non è certo sorprendente se un sistema che ne fa uso realizzato bene all'atto pratico suona meglio di uno basato su USB asincrono realizzato male. Questo però non vuol certo dire che l's/pdif non abbia i suoi problemi, né tanto meno che sia inerentemente migliore.

    (*) in qualsiasi circuito elettronico il "layout" (cioè la disposizione dei componenti e dei relativi collegamenti, masse, loop di corrente, ecc.) è una delle cose più delicate, critiche e difficili da fare bene... spesso è proprio questo a fare la differenza tra un oggetto che suona benissimo ed uno che suona malissimo, anche a parità di ogni altra cosa! (schema, componentistica). Purtroppo il layout è anche uno degli aspetti più spesso sottovalutati se non del tutto ignorati e lasciati al caso o giù di lì.
    Ultima modifica di UnixMan : 25-02-2015 a 12:38
    Ciao, Paolo.

    «Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»

  9. #259
    kibibyte L'avatar di lucadita
    Registrato
    Oct 2014
    Località
    Vercelli
    Età
    50
    Messaggi
    445
    configurazione

    Predefinito

    MEGA OT! scusate!

    Originariamente inviato da UnixMan
    (*) in qualsiasi circuito elettronico il "layout" (cioè la disposizione dei componenti e dei relativi collegamenti, masse, loop di corrente, ecc.) è una delle cose più delicate, critiche e difficili da fare bene... spesso è proprio questo a fare la differenza tra un oggetto che suona benissimo ed uno che suona malissimo, anche a parità di ogni altra cosa! (schema, componentistica). Purtroppo il layout è anche uno degli aspetti più spesso sottovalutati se non del tutto ignorati e lasciati al caso o giù di lì.
    Conosci mica qualche testo o URL che tratta del layout dei componenti? (non importa se molto tecnico... nei meandri della memoria qualche nozione residua e' rimasta :-) )

  10. #260
    pebibyte L'avatar di marcoc1712
    Registrato
    Jan 2013
    Messaggi
    5,240
    configurazione

    Predefinito

    Originariamente inviato da UnixMan
    puoi provare, ma in generale non è detto che sia una buona idea. Quando l'S/PDIF era sostanzialmente l'unica opzione disponibile, c'era chi sosteneva che a parità di ogni altra cosa cavi S/PDIF lunghi (anche parecchi metri) suonassero meglio di quelli più corti (sarebbe lungo e complesso spiegare perché, ma non è escluso che possa anche essere vero. Diciamo che ha a che fare con attenuazioni, riflessioni ed onde stazionarie per cui in effetti la lunghezza del cavo s/pdif senza dubbio conta, ancorché non in modi così ovvi e banali).
    Senza entrare in tecnicismi troppo spinti, esiste un'equazione che calcola il rapporto ottimale tra la frequenza di campionamento (SPDIF non ha pacchetti, è un flusso RAW) e la lunghezza del cavo, minimizzando le riflessioni e le onde stazionarie, come si fa in acustica ambientale. Non stupirà che anche in questo caso entri in gioco la costante di Fidia (o rapporto aureo). Oltre alla lunghezza del cavo, che comunque non può superare i 10m, è fondamentale che sia a 75 ohm ed importantissimo è il materiale sia dei conduttori che del dielettrico.

    SPDIF è sicuramente maggiormente sensibile alle caratteristiche fisiche del supporto rispetto ad USB (asincrono).


    Originariamente inviato da UnixMan
    (*) in qualsiasi circuito elettronico il "layout" (cioè la disposizione dei componenti e dei relativi collegamenti, masse, loop di corrente, ecc.) è una delle cose più delicate, critiche e difficili da fare bene... spesso è proprio questo a fare la differenza tra un oggetto che suona benissimo ed uno che suona malissimo, anche a parità di ogni altra cosa! (schema, componentistica). Purtroppo il layout è anche uno degli aspetti più spesso sottovalutati se non del tutto ignorati e lasciati al caso o giù di lì.
    Già, fatto noto a chi si diverte con le valvole, dove i vecchi cari collegamenti punto punto così disordinati e brutti a vedersi la fanno da padroni ed a volte si impazzisce dietro ad un disturbo che compare solo chiudendo il coperchio o chissachè, se non fosse già stato fatto per la moto, varrebbe la pena di scrivere "Lo zen e l'arte della manutenzione degli amplificatori valvolari". Scusate il - parziale - OT.
    UnixMan and DacPassion like this.

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2018

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1