Bianco e Nero: come scattare?

Pagina 1 di 2 1 2 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 20
  1. #1
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito Bianco e Nero: come scattare?

    Come da richiesta di MIG e come mi sembra giusto, pongo qui la domanda:

    meglio scattare a colori e convertire poi in bianco e nero, o scattare direttamente in bianco e nero? E perché?

    Ho letto un pò in giro ma non sono riuscito a farmi un'idea chiara.
    mi chiamo Marco

  2. #2
    Super Moderatore
    Registrato
    Jun 2005
    Messaggi
    4,218

    Predefinito

    Una guida qualsiasi puo' andare bene...
    Parte prima:
    https://www.phototutorial.net/2015/0...-1-lapproccio/
    Parte seconda:
    https://www.phototutorial.net/2015/0...il-linguaggio/

    Il punto fondamentale e': il bianco e nero arriva prima ad informare il cervello , rispetto al colore , su quello che stai osservando. Toglie molte cose , ovvero tutto il colore e gli accostamenti cromatici. Quindi bisogna privilegiare le tonie (tutta la scala di grigi) mettendoci le mani in post produzione. (in photoshop lo strumento "brucia" e' una manna per valorizzare dettagli ecc ecc).
    Sostanzialmente essendo due tipi diversi di fotografia andrebbero approcciati in modo diverso. Ovvero prima di scattare si "dovrebbe" gia' poter vedere con l'occhio della mente quello che si intenderebbe riprodurre.
    MA siccome non e' detto che si abbia questa capacita' , e sti ghez... , possiamo tranquillamente portarci a casa un RAW a colori e smanettarci in un secondo momento.
    Oppure scattare sempre in RAW ma abilitando il profilo B&W si' da vedere sull'LCD piu' o meno come e' il risultato in B&N ma conservando il profilo colore per PS.
    Ricapitolando: son cose diverse e andrebbero trattate diversamente ma se non si desidera questa "ricercatezza" sin da principio si scatta in colore e ci si gioca dopo. (a maggior ragione se uno non ha a disposizione un RAW sulla macchina).
    noninmedia likes this.

  3. #3
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    Grazie mille giostark
    Per ora ti ringrazio molto; non rispondo subito perché prima voglio leggere bene e cercare di capire bene. Grazie di nuovo
    mi chiamo Marco

  4. #4
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    ".....l’approccio sbagliato: la fotografia in bianco e nero non può essere una soluzione di ripiego. Perché esprima davvero le sue straordinarie potenzialità il bianco e nero deve essere una scelta di metodo non un espediente per salvare una foto uscita male".

    Secondo me non è solo logico ma è anche "giusto"

    ".....dobbiamo “pensare in bianco e nero” e quindi decidere prima dello scatto".

    E questo lo avevo intuito.

    "......Quello che assolutamente non va bene, se si desidera scattare belle fotografie in bianco e nero, è intervenire solo a posteriori, senza nessun lavoro di preparazione e di previsualizzazione della scena al momento dello scatto".


    Altrimenti verrebbe anche meno tutto il discorso fatto in precedenza.

    L'argomento filtri nel bianco e nero e le conseguenti varie tonalità di grigio, lo avevo "imparato" usando Picasa Bianco e Nero Filtrato su una foto a colori. Vedevo infatti le verie tonalità di grigio che cambiavano a seconda del colore flitrato.

    La fotocamera che ho ora (e che avrò ancora per molto se non mi abbandona) scatta solo in jpeg. Mi sta appassionando il bianco e nero ed io scatto direttamente in bianco e nero cercando, tramite il monitor, di tenere in consideraizone quello scritto nel secondo link che ha postato giostark e cioè: "....luce e ombre, toni, composizione, emozioni" e "...... contrasti forti (quindi una luce dura) sono molto utili nel reportage o nella street perché conferiscono drammaticità ad una scena, anche se comportano la perdita di dettaglio".
    [/I]

    A me sta appassionando il bianco e nero proprio perchè cerco un determinato impatto, che sia di luce, di emozione (lo sguardo triste di un cane dietro una cancellata ad esempio) ecc., o perché ci ricerco e ci ritrovo la mia visione della vita, dove i colori mancano.

    Per quel che concerne la composizione mi aveva già delucidato MIG, ma andrò avanti per imparare nuove regole sulla composizione perché è affascinante. L'altro giorno infatti sono uscito a fare una passeggiata con la fotocamera, ho fatto qualche foto tenendo in considerazione la "regola dei terzi". Ho capito che donano un qualcosa in più alla foto! Anche se, a volte, le regole sono fatte per essere infrante a favore di altro.

    In questi giorni ho capito anche che non sempre si può fotografare in bianco e nero. L'altro giorno, attaccata ad una rete, c'era una graziosa casetta in legno per uccellini sulla quale batteva un bel raggio di sole. Ho provato varie inquadrature, angolazioni, ma niente: le foto erano un disastro perchè la casetta di legno non si distingueva dalla vegetazione che le era attorno, e questo lo vedevo già dal monitor della fotocamera prima di scattare. Se la foto fosse stata fatta a colori la casetta si sarebbe disntinta benissimo. Probabilmente, in quel caso, nemmeno l'aggiunta di un filtro colorato avrebbe aiutato.
    mi chiamo Marco

  5. #5
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    Originariamente inviato da noninmedia
    cercando, tramite il monitor, di tenere in consideraizone quello scritto nel secondo link che ha postato giostark e cioè: "....luce e ombre, toni, composizione, emozioni" e "...... contrasti forti (quindi una luce dura) sono molto utili nel reportage o nella street perché conferiscono drammaticità ad una scena, anche se comportano la perdita di dettaglio".
    [/I]
    Ho scritto male, correggo. Non tengo in considerazione il tutto vedendo il monitor prima di scattare, cerco di tenerlo in considerazione nella mente e poi vedo come può risultare nel monitor, e cerco di capire come scattare la foto. Sono un assoluto principiante e quindi questo è un gran lavoro mentale, e non è mica facile! Ma a forza di scattare, vedere, cercare di capire, notare le differenze ecc. ecc. ecc, si cerca di crescere.
    ..........e si spera di riuscirci........
    mi chiamo Marco

  6. #6
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    In questi due giorni ho scoperto che l'interno delle Chiese sono dei gran posti per allenarsi a tenere in considerazione i giochi di luci ed ombre, la luminosità generale ecc. ecc. Ovviamente lo dico con tutto il rispetto che si deve èh!
    mi chiamo Marco

  7. #7
    Super Moderatore
    Registrato
    Jun 2005
    Messaggi
    4,218

    Predefinito

    Son posti lugubri , si prestano molto bene a questo tipo di fotografia.
    noninmedia likes this.

  8. #8
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    Verissimo, ed io sono attirato dai posti lugubri. Forse girerò anche tutte le chiese di Terni, chiedendo il permesso al parroco. Qualche gionro fa sono entrato in una chiesa, mi sono messo a fare foto e dopo un pò è arrivato il parroco. Essendo persona educata ho chiesto se potevo fare foto, e lui ha risposto: "Beh, siamo in una chiesa, non penso ci siano problemi. Adesso non si possono fare le foto nemmeno dentro una chiesa?".
    mi chiamo Marco

  9. #9
    Super Moderatore
    Registrato
    Jun 2005
    Messaggi
    4,218

    Predefinito

    Purtroppo in scarse condizioni di luce il "rumore" e' davvero orribile. In post produzione anche se riduci il quadro della foto e la contrasti e ne combini di ogni con filtri vari i danni sono quasi incorreggibili.
    Se hai un cavalletto puoi migliorare la situazione ma se alzi gli iso per evitare il mosso verra' una schifezza.
    Il filtro del rumore di PS ti permette di distruggere i dettagli e uniformare i neri. Cosi' pero' perdi dettagli e la foto puo' sembrare un filo sfocata.
    Il bianco e nero spesso per avere un aspetto un po' retro' puo' anche avvalersi di poco dettaglio/incisivita'.
    Rimane il dramma del sensore piccolino che purtroppo presentera' problemi di piattume e granulosita'.
    Il mestiere per te ora credo sia tirare fuori il meglio che puoi.
    Come si dice diamo il meglio in caso di avverita' giusto? Questo e' quello che ti accade ora.
    Le risorse hardware a disposizione son poche. Vedi un po' il limite che riesci a raggiungere e superare. Poi vedrai se cambiare strumento.

  10. #10
    tebibyte L'avatar di noninmedia
    Registrato
    Dec 2012
    Località
    Terni
    Età
    39
    Messaggi
    1,883

    Predefinito

    Il mezzo è quello che è ma per ora mi ci sto divertendo parecchio, e penso che, purtroppo, ci siano scarsissime possibilità di salire di livello. Salire di livello significherebbe, correggetemi se sbaglio, acquistare un corpo macchina 400€ + obiettivo con focale variabile (zoom spinti anche fino ad un 50x come ora è la bridge che ho) 600/700 €? Ho buttato veramente cifre a caso perché non ne ho la più pallida idea. Ci sono con le cifre?
    Un cavalletto con un peso decente dovrei prenderlo in effetti perché quello che ho è più leggero della fotocamera.
    Non uso PS, mi limito a mettere qualche effetto (a seconda di quello che mi dice il mio occhio e quello che mi suggerisce l'emozione) con Silver Efex Pro 2.
    Hai detto bene: il mio mestiere è quello di tirare fuori il meglio che posso da quello che ho e credo, penso di avere ancora lavoro da fare anche con il mezzo scarso che ho.
    Comunque qualcosa di buono, sempre secondo me, può venir fuori. Posto una foto, se posso, che poi andrò a mettere anche nella "mia" sezione di foto in bianco e nero.

    Sony DSC-HX400V
    F-stop f/4.5
    tempo esposizione 1/125 sec.
    distanza focale 24mm
    massima apertura 4.3359375
    Area messa a fuoco: spot flessibile (size "M"), zona leggìo in marmo e segnalibro in raso

    mi chiamo Marco

Pagina 1 di 2 1 2 ultimo

Informazioni Thread

Users Browsing this Thread

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
nexthardware.com - © 2002-2018

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1